latanadellorso (latanadellorso) wrote,
latanadellorso
latanadellorso

La direttrice del New York Times licenziata per il reportage da Slavjansk

jill-abramson-1_2038608b

La direttrice del New York Times Jill Abramson ha perso il suo prestigioso impiego per l’eccessiva indipendenza e per il rifiuto di attenersi agli “standard corporativi”.

La sessantenne Abramson, direttrice del quotidiano dal 2011, e’ stata sostituita dal 57enne afroamericano Dean Baquet, ex direttore del Los Angeles Times. Lo comunica il blog “Politico”. I mass media locali fanno risalire la decisione dei proprietari del New York Times alla pubblicazione il 3 maggio di un reportage da Slavjansk (Ucraina orientale).

Nel materiale pubblicato, i giornalisti che avevano trascorso qualche giorno con le milizie filorusse negano la presenza di cittadini della Federazione Russa tra i loro esponenti, e affermano che si tratta principalmente di abitanti del posto, alcuni dei quali avevano militato negli eserciti ucraino e sovietico. Tale reportage e’ una delle rare pubblicazioni a presentare un “punto di vista alternativo” ed e’ stato criticato dai funzionari del Dipartimento di Stato degli USA.

20140504-REBELS-slide-D1SS-superJumbo

Jill Abramson e’ famosa per essere un direttore aggressivo e caparbio. Ha litigato piu’ di una volta con il presidente del New York Times Mark Thompson e spesso prendeva decisioni importanti autonomamente, senza chiedere consiglio ai piani alti.

“La Abramson prendeva decisioni volontaristiche, senza consultarsi con i collaboratori, e non manifestava il desiderio di costruire un rapporto produttivo con me. Alla fine sono arrivato alla conclusione che avesse perso completamente l’appoggio dei colleghi”, ha dichiarato Arthur Sulzberger Jr., editore del New York Times.

http://zavtra.ru/content/view/glavreda-new-york-times-uvolili-za-reportazh-iz-slavyanska/

Ed ecco l’estratto di un articolo russo che presenta un’analisi dei materiali pubblicati dai quotidiani occidentali relativamente alla firma dell’accordo sul gas tra Russia e Cina:

Esce dal coro dei mass media occidentali la voce del New York Times. Il quotidiano parla dell’entusiasmo suscitato tra le forze di destra dalla Russia e dal suo presidente. “Adesso Vladimir Putin vanta un numero maggiore di ammiratori e alleati tra politici popolari sia di destra che di sinistra, compreso l’ex premier italiano Silvio Berlusconi e l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder”, si afferma nell’articolo. Il quotidiano americano cita le parole del filosofo Alain de Benoist, uno dei leader della “nuova destra” francese: “L’Europa e’ un grande corpo malato, mentre la Russia rappresenta la principale alternativa all’egemonia americana. Forse non possiamo definire Putin “il salvatore dell’umanita’”, pero’ ci sono molti motivi per allearsi con la Russia”.

http://www.odnako.org/blogs/o-predskazuemoy-reakcii-zapada-na-geopoliticheskie-peremeni-i-gazovuyu-sdelku-veka-mezhdu-rossiey-i-kitaem/
Tags: crisi ucraina, dittatura, mondo multipolare
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments